Folktale week: Chiave

Il sesto suggerimento della Folktale Week è chiave.

La parola mi ha fatto pensare a questa leggenda che parla di uno spirito burlone che decide di assumere una forma inaspettata per fare giustizia.

Si racconta che nella borgata Indritti in Val Germanasca tra le alpi piemontesi, vivesse una famiglia nella quale le due nuore e la suocera non andavano proprio d’accordo. Le due ragazze erano delle terribili scansafatiche e si diceva che gli spiriti avessero approfittato di tutta quella discordia per introdursi nelle loro faccende.

Le montagne sopra la borgata Indritti


Un giorno le due ragazze rubarono la chiave della cantina per andare a bere indisturbate il vino approfittando dell’assenza della suocera. Mentre si servivano videro alla luce tremolate della candela una figura seduta sulla botte. Era un enorme caprone bianco con gli occhi scintillanti che con un balzo strappò la cuffia dalla testa di una delle due. Le ragazze terrorizzate dall’apparizione fuggirono lasciando il rubinetto del vino aperto. Misero subito a posto la chiave, temendo il momento della scoperta della botte vuota. La sera la donna scese in cantina e tornò perplessa con in mano una cuffia tutta sporca di vino. Lo spirito della cantina dalle sembianze di un caprone, dopo aver dato una lezione alle due giovani, aveva salvato il prezioso contenuto della botte.

La Folktale Week è una challenge tra artisti per condividere tramite immagini delle storie della tradizione orale seguendo una lista di suggerimenti. In questa settimana ho scelto di raccontare delle leggende del patrimonio orale delle montagne del pinerolese. Domani è l’ultimo giorno della Folktale Week e la parola è: corona.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *